Skip to content

Come farsi rispettare dai figli adulti? Cerchiamo una soluzione!

Figli che vanno, figli che vengono e figli che restano! È questa la vita di un genitore ormai in pensione che tiene ancora caldo il focolaio di casa. Purtroppo, non esiste il manuale perfetto per essere genitori e non esiste nemmeno quello per essere dei buoni figli. Si prova e basta. Ovviamente, da entrambe le figure deve esistere la reciproca stima, altrimenti farsi rispettare diventa impossibile e quando quest’ultima è presente qual è il metodo per mantenere saldi i rapporti anche in età adulta?

Mamma e Papà: Posso tornare a casa?

Mamme e Papà! Quante volte la vostra prole è corsa da voi in cerca di una mano o di un consiglio? Forse non si contano nemmeno sulle dita di una mano e voi siete sempre stati lì con il braccio teso ad aiutarli. Penso che non ci sia una forma di amore più grande di questa. I litigi possono essere molteplici ma sicuramente niente potrà mai distruggere le fondamenta di un sentimento così importante. Ma spesso, non ci si sente compresi dai propri figli, nonostante l’aiuto dato sia tanto, si ha sempre l’impressione di ricevere meno di quello che si dà e questo a volte fa aggrovigliare lo stomaco. Magari vi siete anche chiesti: “forse l’avrò educato male?”

Quindi, come farsi rispettare dai figli adulti?

La soluzione? Essere più morbidi! Non ci sono molte alternative… Tutti abbiamo e stiamo ancora provando a crescere, a migliorarci e questo non deve essere per forza legato all’età! Anzi, a volte la vita ci pone davanti un problema diverso da affrontare e dobbiamo armarci di pazienza e inventiva per riuscire a risolverlo.

Essere genitori non è facile, cercare rispetto da chi è stato portato in grembo, allevato, sfamato e cresciuto è ancor più difficile. Perché i bambini che adesso sono uomini (o donne), rimangono comunque persone, e come tali hanno il diritto di sbagliare e provare sulla loro pelle quanto è difficile fare affidamento solo sulle proprie gambe. Chi ha la fortuna di poter chiedere ancora aiuto ai genitori, è ricco e non lo sa. Ed è proprio questo il problema, non lo sa… a volte viviamo in una bolla in cui crediamo che tutto possa accadere agli altri e non a noi, ma quando poi le cose accadono allora ci risvegliamo dal torpore!

Quindi cari genitori, se state agendo con amore, qualsiasi cosa stiate facendo, allora state agendo per il meglio. Non esiste un manuale sul come farsi rispettare dai figli adulti, perché non esiste un manuale su come vivere la vita e affrontare le difficoltà, ognuno ha semplicemente la sua storia. Purtroppo, sembra che superata una certa età sia difficile controllare la vita dei propri figli. Il detto questa “casa non è un albergo” è valido fino a quando non si saranno fatti abbastanza le ossa per capire che le regole vanno rispettate. Se ormai hanno trent’anni o più e tornano a casa troppo tardi, sgridarli diventa una presa di posizione dal pugno troppo duro. Lo stesso vale per il figlio, che chiama la mamma all’ultimo per dirle che non rientrerà a cena dopo che lei ha cucinato il suo piatto preferito, sono tutti errori che verranno rimpianti dopo, ma che sono necessari a una crescita dell’individuo.

La comunicazione sta alla base di ogni rapporto, è essenziale per comprendersi, ancor di più quando si tratta di legami così stretti come questi! Il dare per ricevere rimane sempre una valida scelta per farsi rispettare, ma non deve mai trasformarsi in ricatto.

E se il dialogo non funziona, allora chiudere la porta è ancora più sbagliato, in quel caso bisogna chiedere aiuto a un esperto. Riconoscere che è presente un problema in un rapporto, non vale solo per le terapie di coppia, ma anche per i rapporti genitori figli.

A volte molti figli, ma anche molti genitori, sviluppano certi comportamenti per dei traumi o degli scompensi vissuti durante il percorso di crescita e questo può riversarsi sul rapporto in questione. Certe cose non si possono risolvere da soli se no si hanno le competenze per farlo, potrebbe addirittura essere deleterio, quindi affidarsi a uno psicologo non è una vergogna ma un ulteriore gesto d’amore.

Ti potrebbe interessare anche: Solitudine affettiva single e in coppia: Affrontarla Senza Paura

Conclusioni

A volte due chiacchiere, una risata e qualche battuta possono risolvere questo problema. Dirsi senza filtri quello che non va potrebbe sciogliere il nodo e far cadere le maschere per arrivare a una soluzione costruttiva. Quante volte capita di sbagliare senza rendersene conto? Se, invece, i problemi da affrontare non si limitano all’orario di cena da rispettare o al coprifuoco, ma tocchiamo addirittura il tema di qualche dipendenza è importante agire il prima possibile per poter analizzare le radici del problema e se è possibile estirparle.

Mamme e papà, ma anche figli… se volete dire la vostra, potete farlo nei commenti! A voi la penna!